Luca Qiu

Luca Qiu, 30 anni, nato a Bologna da genitori cinesi, è l’attuale CEO e Co-fondatore di Value China (società di consulenza operante nell’International business con specializzazione per il mercato cinese), membro della Task Force Cina del MISE, vice presidente dell’associazione Italy-China Link e riconosciuto nei 50 cinesi che contano più in Italia dalla rivista Capital. A livello accademico, nel 2009 iniziò i suoi studi – in ambito economico – presso l’Università di Bologna per poi trasferirsi a Shanghai, completando nel 2013 gli studi presso la Jiaotong University specializzandosi nel campo dell’economia internazionale. L’obiettivo di questa esperienza era, infatti, quello di entrare in contatto direttamente con la cultura cinese dopo l’infanzia vissuta in Italia. Al termine del periodo accademico, approcciò il mondo lavorativo come export manager in Cina per un’azienda italiana che si occupava della commercializzazione di barche e yacht. Da quella esperienza capì che per vendere nel mercato cinese, la presenza fisica (es. con un negozio) era fondamentale, ma che allo stesso modo i costi risultavano essere sempre più crescenti, soprattutto per una singola impresa operante in un mercato straniero come quello cinese. Per offrire una soluzione nel mercato decise così di fondare nel 2014 Itaway, un progetto che si raffigurava come un “incubatore” per PMI italiane operanti nei settori tradizionali, con lo scopo di sviluppare il loro business nel mercato cinese. Oggi Itaway è parte di un progetto sviluppato dalla società Greenland Holdings, una delle società di real estate più importanti al mondo. A seguito del forte processo di digitalizzazione economica avvenuto nel mondo, soprattutto in Cina, Luca decise di fondare nel luglio 2018 la società Value China assieme ad alcuni vecchi soci di Itaway. Attualmente Value China opera come società di consulenza strategica esclusivamente nei mercati italo-cinesi e supporta in primis le imprese italiane a inserirsi sul mercato cinese aiutandole a trovare il giusto partner locale per penetrare il mercato. Particolare focus viene dato ai servizi digitali offerti, come quello della gestione della comunicazione e vendita online, che avviene principalmente su piattaforme quasi esclusivamente cinesi (es. WeChat e Weibo) che un operatore straniero alla Cina difficilmente conosce. La brillante idea imprenditoriale ha permesso a Value China di crescere esponenzialmente, potendo ad oggi contare su un team di più di 20 persone, con sedi a Bologna e Milano e con clienti sia privati (principalmente del settore Food and Beverage, touristico e retail) che pubblici.

Infine secondo Luca “ICPN è una realtà ed un network che mancava nel panorama italiano, dove giovani ragazzi, seri, formati, e con grande voglia di fare portano avanti il grande lavoro fatto dai nostri genitori, ma con un metodo più moderno e esplorando nuovi scenari di business e di lavoro. I legami fra Italia e Cina saranno sempre più importanti e chi potrà fare la differenza sono proprio i giovani, che devono essere come i membri di ICPN, figli/e punti di unione di delle due culture.”