Progetto Donazioni

L’inizio del 2020 è stato caratterizzato da una sequenza di eventi che hanno subito una risonanza globale, l’avvento di un nuovo virus di veloce contagio che si è sparso velocemente in tutto il mondo in poco più di qualche mese, stiamo parlando del coronavirus Sars-CoV-2.

La pericolosità di questo virus è dato dal fatto che ad oggi (maggio 2020) ancora non esiste una cura che possa contrastare il virus, pertanto i paesi di tutto il mondo hanno dovuto adoperare delle misure per tutelare i propri cittadini e ridurre la percentuale dei contagi.

Questa veloce diffusione del virus ha portato ad una reazione molto lenta anche a causa di un problema di quantità per quanto riguarda i dispositivi utilizzati per la prevenzione e protezione ad uso del personale sanitario e pubblico.

Per ovviare a questo problema molte associazioni in tutto il mondo si sono mosse per aiutare i diversi paesi che sono stati colpiti maggiormente dal virus e che quindi hanno avuto più bisogno di attrezzatura medico sanitario.

Noi di ICPN insieme ad altri enti abbiamo avviato un progetto di donazione con lo scopo di fornire a chi sta affrontando in prima linea questa situazione di emergenza, materiali sanitari di protezione attraverso l’acquisto dei dispositivi da fornitori con cui abbiamo già avuto collaborazioni in progetti precedenti.

Un forte ringraziamento va a tutti i donatori grazie ai quali siamo riusciti a raccogliere più di 23mila euro i quali sono stati poi utilizzati nell’acquisto di:

  • 400 tute di protezione destinate a quattro ospedali di Hubei     
  • 978 mascherine FFP2 distribuite gratuitamente ai residenti di Milano
  • 522 mascherine FFP2 donate all’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano
  • 2700 mascherine FFP2 consegnate alla Protezione Civile di Milano
  • 5300 mascherine chirurgiche spedite alla Protezione Civile di Bologna

Il progetto è stato reso possibile anche grazie a:

  • Chic Italia che si è incaricata della spedizione del carico.
  • cittadini cinesi che hanno donato tramite WechatPay e Alipay
  • donatori di GoFundMe
  • Due medici di Wuhan che insieme hanno raccolto 35mila RMB per la donazione. 
  • tutti gli enti e le associazioni citati sottostante.

“Da soli siamo una goccia, insieme siamo un oceano”
Con il diffondersi del COVID-19, noi di ICPN assieme ad altri enti e associazioni ci siamo immediatamente mobilitati nella raccolta di fondi da destinare a Hubei in Cina, regione più colpita dal virus.
Sono stati raccolti all’inizio, circa 10mila euro di fondo con i quali abbiamo acquistato:

  • 400 tute di protezione
  • 1500 maschere FFP2

Le tute di protezione sono state spedite a Hubei e poi distribuite in quattro degli ospedali della regione. 

Mentre le mascherine sono state distribuite gratuitamente ai residenti di Milano e donate all’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, in quanto in quel periodo anche nella Lombardia si rivelarono i primi focolai.

Questo prezioso acquisto è stato reso possibile soprattutto grazie ai donatori che hanno contribuito tramite donazioni su Wechat Pay e Alipay.

Da quando il COVID-19 prese il sopravvento anche in Italia, abbiamo immediatamente voluto dare il nostro piccolo aiuto tutte le persone che lottano in prima linea contro il COVID-19 il minimo indispensabile per la propria protezione.

Con la raccolta di fondi che abbiamo attuato insieme ad altri enti e associazioni sulla piattaforma GoFundMe, Wechat Pay e Alipay, siamo riusciti a raccogliere circa 11mila euro di donazioni. Con questo importo abbiamo provveduto all’acquisto di 2700 mascherine FFP2 e 5300 mascherine chirurgiche dalla Cina che sono stati successivamente consegnati rispettivamente alla Protezione Civile di Milano e alla Protezione Civile di Bologna i quali si presero l’impegno nella distribuzione del materiale in base alla priorità delle strutture ospedaliere. 

Ringraziamo nuovamente per tutti coloro che hanno supportato in questa causa! 

Ricordiamo che per chiunque voglia approfondire l’argomento riguardo il coronavirus SARS-CoV-2 di informarsi unicamente in siti ufficiali come: https://www.who.int